Poesie di Aurora Cantini - POESIA

Vai ai contenuti

Menu principale:

Poesie di Aurora Cantini

Spazio Libero

Aurora Cantini, insegnante di scuola primaria, poetessa e narratrice. Il mio percorso è iniziato pubblicando 3 libri di poesie dal 1993 al 2007: Fiori di campo Edizioni Il Grappolo Salerno 1993 (rieditato nel 2011), Nel migrar dei giorni Edizioni La Conca Roma 2000, Uno scrigno è l’amore editato Circolo Culturale Identità Pontedera 2007. Nel 2009 ecco il libro di narrativa Lassù dove si toccava il cielo Edizioni Villadiseriane Bergamo, sulla vita contadina del passato in Valle Seriana, presentato a Roma dalla giornalista di Rai1 Alma Grandin allo Spazio Bergamo dell’Arciconfraternita dei Bergamaschi. Nel 2012 è uscito il romanzo Come briciole sparse sul mondo per Aletti Editore sulla tragedia delle Torri Gemelle vista da chi era nella Torre Nord. Nel 2014 continua il percorso poetico con il libro di poesie Oltre la curva del tramonto, per LietoColle Editore. Sempre nel 2014 il libretto “Un campo di stelle il mio riposo” in memoria del mistico Questuante Cappuccino Fra Pacifico da Amora, frazione di Aviatico Bergamo (1883 – 1937) Edizioni Villadiseriane. Numerosi primi posti a concorsi letterari, due medaglie d’oro (poesia e prosa), inserita in antologie di poeti contemporanei, molti interventi nelle scuole sul tema della poesia. Collaboro da esterna con vari siti web del mio territorio.


ACCENDI LA MIA BOCCA, O MUSA
Accendi la mia bocca,
o Musa,
tu che di fuoco e ardori avvolgi
le mie membra stanche,
tu che di vento e tempesta
accartocci il mio cuore
e spargi d’aneliti
rubati al tempo
il mio battere di ciglia.
Ora tra i miei petali dischiusi
offro una corolla
dei miei sogni
e dei miei pochi passi
tra gli intricati arbusti
del tuo vago ancheggiare.
Baciami, o Musa,
sulle mie palpebre chiuse,
sulle mie ansie segrete,
fammi innamorare ancora
del tuo spaziare,
fino a peregrinare
eterna, eterea,
esule in terra
come una foglia,
come un fiore leggero
tra corolle schiuse,
dischiuse,
offuscate e smorte
ma mai sfiorite.
Baciami,
e vivrò per sempre in te,
mia Poesia.

Da “Uno scrigno è l’amore” 2007




Torna ai contenuti | Torna al menu